Gestione separata, riduzione dei contributi dal 2018




La legge di bilancio 2017 non ha apportato soltanto novità al mondo delle pensioni migliorando la flessibilità in uscita dal mondo del lavoro. In previsione del prossimo anno, ci sono importanti novità anche per i professionisti senza cassa iscritti in via esclusiva alla gestione separata dell’Inps.

Il Governo ha approvato una riduzione del 2% delle aliquote contributive. In questo modo la percentuale di contributi da versare è del 25. Una buona notizia dopo anni di continui incrementi, considerato che era previsto negli anni passati un ulteriore aumento.

Un intervento importante per arginare la crescita continua di contributi da versare. Se non fosse stata arginata, con le regole della Manovra Fornero si sarebbe verificata una continua crescita della percentuale di contribuzione dal 27% dell’anno in corso fino al 29% del 2017.

Dal 2018 il legislatore aveva invece ipotizzato un regime di sostanziale parità rispetto ai versamenti dovuti dai lavoratori dipendenti, in modo da far arrivare i contributi a un totale del 33%.

Sai come attivare i buoni lavoro? Scoprilo con la nostra guida apposita

In questo modo si sarebbe arrivati a un carico contributivo che in un momento come questo in cui la crisi economica continua a farsi sentire e girano pochi soldi, un aumento ulteriore sarebbe risultato particolarmente oneroso per i contribuenti.

Se credi sia il momento di verificare i tuoi contributi Inps, consulta la nostra guida completa.

Ti è piaciuto l'articolo?
Valutazione
[Total: 0 Average: 0]

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*