PIN Inps: come richiederlo e attivarlo




Il PIN Inps è il codice personale identificativo che consente ai cittadini di accedere ai servizi telematici online dell’Istituto di previdenza. Il PIN è composto da 16 caratteri. I primi 8 verranno inviati dalla banca dati attraverso un SMS sul numero di cellulare desiderato dal cittadino. Ma può essere inviato anche attraverso email o posta elettronica certificata.

Ci sono poi i restanti 8 numeri che per motivi di sicurezza vengono inviati mediante posta ordinaria all’indirizzo di residenza. Effettuato il primo accesso, questo PIN iniziale di 16 caratteri viene sostituito con uno di 8 caratteri. Sarà importante segnarlo e conservarlo accuratamente perchè sarà fondamentale per i successivi utilizzi.

Dal 15 marzo 2016 è possibile accedere ai Servizi per il cittadino anche tramite credenziali SPID.

La procedura online per la richiesta del PIN consente al cittadino di entrare in possesso del PIN ordinario. Per ottenerlo, bisogna inserire i propri dati personali. E’ bene quindi avere a disposizione codice fiscale, i dati anagrafici, l’indirizzo di residenza. Indispensabile anche fornire alla piattaforma un numero di telefono per essere rintracciati dal Contact Center in caso si necessiti di assistenza. Infine, vanno indicati i recapiti cui si vuole ricevere il PIN.

Hai già capito come fare il calcolo della tua pensione? Leggi la nostra guida

L’Inps consiglia di inserire almeno due contatti tra cellulare, email e posta elettronica certificata (PEC). Questa precauzione potrebbe rivelarsi utile nello sfortunato caso in cui il cittadino dovesse smarrire il PIN. In questo modo sarà più semplice attivare la procedura online di ripristino.

Se credi sia il momento di verificare i tuoi contributi Inps, consulta la nostra guida completa.

Il sistema verifica la correttezza dell’indirizzo di residenza inserito. Se l’indirizzo risulta corretto, la prima parte del PIN viene inviata via email o Sms. La seconda parte invece verrà inviata per posta all’indirizzo di residenza. Nel caso in cui l’indirizzo fornito non risultasse corretto (non corrisponde a quello presente negli archivi INPS) l’utente verrà ricontattato dal Contact Center al numero di cellulare inserito e si provvederà a verificare l’inesattezza dei dati inseriti.

Come attivare il PIN inviato dall’INPS

In caso di particolari campagne di comunicazione, i cittadini potrebbero ricevere via posta la prima parte del PIN.

La seconda parte, l’utente può essere ottenuta con la procedura di attivazione del PIN. Il PIN si può attivare attraverso i dati della tessera sanitaria.

Si tratta di un PIN ordinario, da convertire in dispositivo per richiedere le prestazioni e i benefici economici ai quali si ha diritto.

ATTIVARE IL PIN

Una volta ricevuti i primi otto caratteri del PIN, è possibile attivarlo per per poter utilizzare i servizi INPS per il cittadino. Per questo, servono i dati della tessera sanitaria.

I dati utili sono dunque:

  • Codice fiscale
  • Prima Parte PIN
  • Numero Tessera Sanitaria
  • Scadenza Tessera Sanitaria

In caso non si disponga della tessera sanitaria, è possibile richiedere assistenza al Contact Center (803164) da rete fissa, gratuito, o il numero 06164164 da cellulare, a pagamento secondo la tariffa prevista del proprio gestore telefonico.

La procedura “Attiva il tuo PIN” è riservata unicamente a chi ha ricevuto i primi otto caratteri del PIN in una lettera inviata d’ufficio dall’INPS. La lettera contiene un chiaro invito ad attivarlo online. Se invece il cittadino ha fatto richiesta di un PIN online, tramite contact center o in sede, il PIN ricevuto è già attivo e non è necessaria alcuna altra procedura.

Il PIN attivato con questa procedura (come quello richiesto online o tramite contact center) è non dispositivo. Se si necessita di un PIN dispositivo, sarà necessario convertirlo tramite l’apposita funzionalità “Converti PIN”.

Ti è piaciuto l'articolo?
Valutazione
[Total: 2 Average: 2]