Lavoratori precoci Quota 41, a Ottobre data di riconoscimento del beneficio

Dopo l’incontro tra Governo e sindacati, arriva la conferma dal Ministro del Lavoro Poletti che la decorrenza dell’Ape sociale, il reddito ponte di accompagnamento alla pensione, e il pensionamento con 41 anni di contributi per i lavoratori precoci saranno retrodatati al 1° maggio 2017.







Manca solo il vaglio della Corte dei Conti per la registrazione dei decreti su suddetti provvedimenti. Insomma il peggio dovrebbe essere passato, intendendo il peggio con i ritardi che hanno impedito ai decreti di debuttare il primo maggio come annunciato. La data ulteriore di riferimento però, quella del 31 maggio, non dovrebbe essere disattesa. Con conferma della retroattività al giorno della festa dei lavoratori, che a questo punto diventa particolarmente simbolica.

i ritardi sono da imputare alla difficoltà delle procedure legate in particolare all’Ape social, che hanno avuto ripercussioni anche sulla Quota 41 per i lavoratori precoci. Per sanare tutto ciò, l’erogazione del beneficio sarà retrodatato al 1 maggio a prescindere dalla data delle domande presentate.

Lavoratori precoci Quota 41, se si presenta la domanda con una settimana di ritardo “non cambia niente”

“L’allungamento dei tempi si giustifica dalla complessità delle procedure. Sullo schema attuativo dell’ape social infatti sono pervenute numerose osservazioni da parte del Consiglio di Stato e sulla loro base sono state apportate le modifiche necessarie prima dell’invio del testo, che avverrà prevedibilmente domani, alla Corte dei Conti ai fini della registrazione”, ha spiegato il ministro Poletti, confermando “che a prescindere dalla data di presentazione della domanda per l’ape social, l’erogazione della prestazione sia retrodatata al 1 maggio, sempre che il soggetto in questione abbia i requisiti necessari”.

Quindi gli aventi diritto non perderanno i ratei pensionistici maturati tra la data di riconoscimento del beneficio e quella in cui ha maturato i requisiti per l’accesso ai predetti strumenti. Questo vale sia per l’indennità Ape sociale che per la pensione anticipata con il requisito contributivo ridotto a 41 anni per i lavoratori precoci. La data sarà comunicata in via definitiva dall’Inps nel mese di Ottobre.







Ti è piaciuto l'articolo?
Valutazione
[Total: 3 Average: 1.7]

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*