Ape social e precoci quota 41: quando presentare la domanda all’Inps

I decreti attuativi per Ape social e lavoratori precoci di Quota 41 sono stati firmati, questo però non ha ancora sbloccato la possibilità di inviare le domande per i due istituti pensionistici. Al momento certezze su quando sarà abilitata la procedura per l’inoltro delle richieste non ce ne sono.







Si ipotizza tutto possa sbloccarsi per metà giugno. In questo modo gli aventi diritto avranno almeno un mese prima della scadenza del 15 luglio.

Passaggio fondamentale sarà la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale di Ape social e Quota 41 per lavoratori precoci.

Infatti solo l’ufficializzazione delle misure in Gazzetta Ufficiale consente all’Inps di abilitare la presentazione delle domande.

Il Governo, questa è una certezza, sa bene come sia indispensabile dare precedenza ad Ape social e precoci. Dunque nulla dovrebbe impedire la pubblicazione a breve dei decreti attuativi della riforma pensioni in Gazzetta Ufficiale. I più ottimisti aspettano novità per questa settimana, ma considerato il ponte del 2 giugno è più credibile si possa slittare alla prossima settimana.

Esaurito questo passaggio, l’Inps dovrà rendere note agli aventi diritto le modalità per poter inviare domanda per Ape e precoci. Il presidente dell’Inps Tito Boeri ha assicurato che da parte dell’Istituto previdenziale è tutto pronto.

L’auspicio è che si possano presentare le domande per Ape social e Quota 41 precoci nelle prossime settimane, e comunque prima della metà di giugno, in modo da consentire il rispetto del 15 luglio come termine per la presentazione delle domande per Ape e precoci.







Ti è piaciuto l'articolo?
Valutazione
[Total: 1 Average: 2]

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*