Ottava salvaguardia esodati: ultimo aggiornamento Inps, chi resta fuori

Vanno avanti le operazioni di certificazione per l’accesso all’ottava salvaguardia. Secondo quanto comunicato dall’Inps, l’ultimo aggiornamento del 10 ottobre, il quinto, parla di qualcosa come 35.182 istanze pervenute. Di queste solo 13.837 sono state accolte di cui 11.842 già inviate agli interessati.

Riforma pensioni, le novità della legge di bilancio 2018

In diminuzione il numero delle domande giacenti: sono 1.199.







I dati dell’Inps evidenziano come non siano stati usati tutti i posti a disposizione (30.700). Ciò alimenta le richieste dei sindacati e dei Comitati degli Esodati che chiedono una ulteriore estensione delle tutele sino almeno al 2021/2022.

Pensioni, ape volontario retroattivo dal 1° maggio 2017

L’ottava salvaguardia è una tutela per chi, in base alle vecchie regole pensionistiche pre Fornero, avrebbe avuto diritto ad andare in pensione entro il 6 gennaio 2018 o il 6 gennaio 2019, o entro tre anni dalla scadenza dell’indennità di mobilità ordinaria o dello speciale trattamento edile. Gli esclusi sono alcune migliaia di lavoratori come donne del settore privato, già disoccupati o che avevano già siglato accordi per l’uscita dal posto di lavoro prima del 31 dicembre 2011.

Lavoratori precoci, chi può accedere alla pensione anticipata

Si tratta di lavoratori che non hanno diritto all’Ape sociale o la quota 41 per i lavoratori precoci in quanto non titolari di alcuni requisiti oggettivi che soggettivi rispetto alla salvaguardia pensionistica.

Ottava salvaguardia esodati, ecco chi avrà diritto

Riforma pensioni

Esodati ultime notizie







Ti è piaciuto l'articolo?
Valutazione
[Total: 0 Average: 0]

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*