In pensione a 67 anni, ma c’è il blocco per alcuni tipi di lavoratori

“Per il totale dei residenti la speranza di vita alla nascita si attesta a 82,8 anni (+0,4 sul 2015, +0,2 sul 2014) mentre nei confronti del 2013 si allunga di oltre 7 mesi”. L’aspettativa di vita dell’Istat di fatto ufficializza l’uscita dal lavoro a 67 anni, a partire dal 2019.

Questo significa aumentare di 5 mesi rispetto ad ora, con l’efficacia che dovrebbe scattare nel 2019. La buona notizia è che ci possa essere il blocco dell’aumento dell’età pensionabile soltanto per alcune categorie di lavoratori.







Pensioni ultime notizie: oggi 1 lavoratore su 3 prende assegno inferiore a mille euro

Il Governo infatti starebbe valutando un piano per bloccare l’aumento dell’età per chi svolge le cosiddette attività gravose. Si tratterebbe di “un intervento chirurgico che dovrebbe bloccare l’aumento dell’età non per tutti ma solo per i lavoratori che svolgono le cosiddette attività gravose”.

Riforma Pensioni: sì a Quota 41 e APE Sociale anche per i contratti a termine

Si applicherebbe a undici categorie in tutto: maestre di asilo nido e di scuola materna, infermieri che fanno i turni di notte, macchinisti, camionisti, gruisti, muratori, facchini, badanti di persone non autosufficienti, oltre agli addetti alle pulizie, alla raccolta dei rifiuti e alla concia delle pelli.

Ape sociale e lavoratori precoci: boom di domande respinte

“Bloccare l’adeguamento dell‘età pensionabile all’aspettativa di vita dal 2021 in poi costerebbe fino a 140 miliardi fino al 2040 – ha detto Boeri -. Sono costi insostenibili (…) Non vogliamo trasformare la bellissima notizia che ci ha dato oggi l’Istat, che cioè si può contare di vivere cinque mesi in più, in una preoccupazione aggiuntiva per i giovani che altrimenti dovrebbero sostenere sulle loro spalle più a lungo il peso delle pensioni per chi oggi è in pensione o deve andare in pensione”.

Ottava salvaguardia esodati: ultimo aggiornamento Inps, chi resta fuori

Riforma pensioni, le novità della legge di bilancio 2018

Riforma pensioni







Ti è piaciuto l'articolo?
Valutazione
[Total: 0 Average: 0]

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*